Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

01 maggio 2007

Culinando culinando


Questo è il risultato delle mie "culinazioni" (come direbbe Tony Tammaro) del weekend: tamale pie! L'aspetto forse lo penalizza, ma il sapore era buonissimo... almeno per me, che non l'avevo mai assaggiato in vita mia. E' cucina Southwestern, quella che gli italiani chiamano Tex Mex, ed è un concentrato di ingredienti americani: tacchino, mais, pomodori, peperoni, formaggio messicano. Non il massimo della leggerezza, ma chi ha detto che cucina americana e leggerezza vanno di pari passo? Sterling l'ha apprezzato, dice che gli ricorda la ricetta che faceva sua madre, e in sostanza ce lo siamo finito tutto domenica sera. Intanto l'immigrazione americana si è finalmente fatta viva con un appuntamento per l'intervista: 14 giugno. Abbiamo un mese e mezzo per preparare foto, documenti, biglietti di auguri e per studiare marche e colori, il che secondo me è stupido: non è più logico che una coppia non faccia caso a dettagli come schiume da barba, creme idratanti e colore degli spazzolini? Intanto grazie al fatto che non ho ancora la Green Card mi sono persa un viaggio a Vancouver con Sterling, che è partito stamattina per un evento di Electronic Arts. Sarei andata anch'io, ma se esco dagli US non posso più tornarci. Non esattamente le premesse migliori per mandare avanti il matrimonio... E vabbè, per consolarmi oggi andrò a fare un giro a Chinatown e Japantown. Ho voglia di mangiare schifezze asiatiche e quando torno a casa c'è Rogue Galaxy che mi aspetta, finalmente sto per finirlo e poi posso riprendere quella mezza delusione di Final Fantasy XII. Onigiri, arrivo!

Etichette: ,

1 Comments:

  • At 2:08 AM, Blogger Marco said…

    Elisa, non vorrei infierire, ma questo affare sembra minacciosamente somigliante a un/una maksalaatikko:)
    Che bello il tuo blog, ne sto leggendo pian pianino tutti i post.

     

Posta un commento

<< Home