Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

19 maggio 2007

Home colo(u)red home


Anche Sony ogni tanto fa qualcosa di buono: ringraziamo sentitamente il capo delle PR di SCEA per averci fatto sapere della sua garage sale e averci permesso di portare a casa questa bella lampadona a prezzo irrisorio. L'appartamento comincia finalmente a somigliare sempre più a un appartamento e sempre meno a un magazzino, grazie anche ai miei recenti sforzi da pittrice in soggiorno. Era troppo bianco per i miei gusti, ora invece ha una fantastica parete bordò e mio padre rabbrividisce all'idea dalla lontana Salerno. Il prossimo passo ora è comprare una enorme libreria a cui la parete bordò farà da sfondo. Io sono tutta contenta per i miglioramenti arredatori, Sterling invece si esalta per cose di cui a me non potrebbe fregare di meno, del tipo: "Ottimo, compriamo la libreria così ci sistemo sopra la quarta cassa e il Dolby Surround è finalmente come lo voglio io. Poi appena possibile compriamo il proiettore home theatre per la camera da letto". Voglio dire, sarà sicuramente bellissimo vedere i film su uno schermo gigante dal letto, ma non dovremmo prima pensare a cose più serie come un divano nuovo, una scrivania per la camera da letto e una lampada a forma di fior di loto di Chinatown? Ok, forse la lampada cinese non è così necessaria... Però sticazzi, mi sa che vado a comprarmela col primo assegno della scuola. Nel frattempo ci godiamo un sabato rilassante, deturpato solo da quella schifezza di "28 weeks later": ovvero come trasformare un buon film britannico in una cazzatona americana con esplosioni, armi da fuoco e scene sborone come l'elicottero che taglia la testa degli zombie al volo ma poi si rifiuta di caricare a bordo i due bambini. Dopo Spiderman 3 con Peter Parker versione emocore, è possibilmente uno dei film peggiori che abbiamo visto negli ultimi mesi e mi sento moralmente defraudata nel regalare i miei soldi al cinema americano in questo modo...

Etichette:

4 Comments:

  • At 5:20 PM, Blogger Gareth Jax said…

    Arredare un pezzo per volta, ne so qualcosa :)
    ps: ho verificato e spedire una scatola con la posta italiana non costa piu' 9 euro, se il peso non supera i 3 chili.
    Ho già una scatola, ho verificato le misure e la bottiglia di quello-che-sappiamo ci sta. Ora devo solo trovare abbastanza imbottitura ed è fatta ;)

     
  • At 8:23 AM, Blogger vale said…

    brava!
    lo appoggio sto bordeaux, mi piace proprio.
    si vede che hai avuto a che fare con me :)

     
  • At 2:23 AM, Anonymous Eduw2k said…

    essendo maskietto capisco i drammi di dove piazzare le casse e del INMANCABILE proiettore in camera da letto =) counque anke l arredamento ha un suo xkè..
    NB: la lampada non la capisco ma credo sia anche una questione di genetika tra gene X e Y ^_^
    PSS: magari verso gennaio se mi date indirizzo vi foraggio con un pakko di puro suino ionsaccato artigianale senza ogm ^_^

    X gareth Jax .. AUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUuuu

     
  • At 2:12 AM, Blogger Lucry said…

    La parete colorata è molto bella! E in fondo abbastanza sobria: la nostra vicina ha dipinto una stanza interamente gialla, una fucsia, una blu elettrico! Vabbè che fa l'illustratrice di libri per bambini, ma insomma...
    Ancora una cosa: sono d'accordo, SpiderMan3 è proprio una gran delusione, soprattutto per chi ha ADORATO gli altri due... peccato!

     

Posta un commento

<< Home