Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

08 maggio 2007

Summer of Love


In questi giorni fa così caldo, ma così caldo che dormiamo con le finestre aperte, un lusso che a San Francisco capita una volta all'anno. Ecco, ce la siamo giocata e verosimilmente tra pochi giorni tornerà il venticello gelido bastardo che non avevi previsto, perchè il sole inganna, e che invece ti aspetta al varco appena esci senza giacca. Per il momento, però, festeggiamo allegramente al caldo il quarantesimo anniversario della Summer of Love, che si svolse proprio qui dietro l'angolo, tra Haight-Ashbury e il Golden Gate Park. Gli echi hippie sono ancora vivi in Haight Street e -purtroppo- tra le ragazze locali, che si considerano spiriti troppo liberi per radersi le gambe o accostare in maniera decente due colori. Approfittando del bel tempo oggi sono andata a fare un pic-nic con i miei amici Miguel e Emi al Dolores Park. Mission Dolores è il quartiere sud-americano di San Francisco, un concentrato di latinità che varia dalle taquerie sporche e chiassose alle chiese bianche in stile coloniale su viali fiancheggiati da palme. Il Dolores Park offre campi da tennis, una bella vista delle colline e soprattutto tanto prato su cui stendersi a prendere il sole, cosa che ho fatto procurandomi un'ustione sul braccio destro mentre il sinistro è rimasto perfettamente bianco. Spero di stare meglio domani, altrimenti il mio braccio farà completo con la maglietta della Roma... Partita innominabile per scaramanzia e per giunta ci tocca vederla in un covo di laziali e poi correre all'evento stampa di EA. Non diciamo niente, và...

Etichette:

4 Comments:

  • At 2:34 AM, Blogger vale said…

    un covo di laziali a frisco nun se po senti'!!
    tonite is da nite!

    io sono bloccata a letto per una distorsione rachide cervicale; ieri ho preso una botta in testa che manco ti immagini. mi hanno dato 10 giorni di prognosi con obbligo di portare il collare antipulci.
    dimmi se non sono sfigata

     
  • At 9:47 PM, Blogger Aelys said…

    E' andata bene, alla faccia dei laziali!
    Tieni duro col collare antipulci, domani ti chiamo.

     
  • At 7:15 AM, Anonymous eduw2k said…

    Mmmmmmm interessante la faccenda del braccio rosso e quello normale Mmmmmmm strane mode lì .. si si proprio strane!!!
    ps: ma se tu hai la green card io per venire in usa devo fare la PIG card? Mmm (^@^)~
    saluti dall'italia

     
  • At 12:51 AM, Blogger Lucry said…

    Aspetto la foto di un covo giallorosso a SF!
    ... aspetta, ora capisco la storia di un braccio rosso e uno no: era per motivi calcistici, volevi fare la bandiera umana?! se non ci avevi pensato, sei ancora in tempo: colora l'altro braccio di giallo, è un'opportunità unica, esibisci il tuo amore per la magggica!

     

Posta un commento

<< Home