Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

16 aprile 2008

Forza terremoti!


Oggi volevo felicemente segnalare il fatto che il calcio americano secondo me qualche speranza ce l'ha. Non che sia paragonabile alla Premier League o alla Serie A, ma la partita che siamo andati a vedere sabato mi ha piacevolmente sorpresa. La nostra squadra locale, i San Jose Earthquakes, giocava contro i ben più forti Chicago Fire al Coliseum Stadium di Oakland e noi ovviamente non potevamo perderci questo scontro tra titani. Seduta al sole pensavo: hmmm, terremoti contro incendi... qui qualcuno ci tiene a sembrare pericoloso. Mi aspetto di veder apparire presto gli tsunami, gli invasori alieni e, perchè no, anche gli anticicloni delle Azzorre. Gli Earthquakes hanno perso 1-0, ma rispetto all'ultima partita che abbiamo visto qualche mese fa è successo un miracolo: hanno imparato a fare passaggi decenti! Così decenti, in verità, che arrivati in area goal non facevano che rimbalzarsi questa palla infinite volte, senza nemmeno preoccuparsi di segnare. E' stato bello arrostirsi al sole per un paio d'ore facendosi una discreta abbronzatura. Meno bello, invece, il fatto che TUTTI i messicani presenti allo stadio facessero il tifo per i Chicago Fire solo perchè hanno comprato uno dei giocatori messicani più famosi in patria, tale Blanco. Ma in fondo chissenefrega, abbiamo perso allegramente e poi ce ne siamo andati al parcheggio dello stadio a festeggiare con tanto di grigliata e birra. Questi americani sono organizzatissimi quando si tratta di mangiare, in dieci secondi netti hanno scaricato dalle macchine un barbecue portatile, contenitori termici per le bevande e diverse sedie pieghevoli. Una cosa, però, ancora mi lascia perplessa: quando il pubblico grida "Earth-quakes! Earth-quakes!" a me pare piuttosto che dica "Corn-flakes! Corn-flakes!".

Etichette:

10 Comments:

  • At 6:05 AM, Blogger Vita di mamma said…

    I nomi delle squadre sono particolari, non c'è che dire, da ammirare poi il fatto che sono migliorati nel gioco. Aldilá della vittoria o meno basta che vi siete divertiti.
    Ma dici sul serio quando racconti che hanno tirato fuori barbecue e compagnia bella e hanno fatto la grigliata mista nel parcheggio??
    Ieri qui c'é stata la semifinale della coppa Portogallo, derby Benfica-Sporting Lisboa, due squadre della cittá di Lisbona. Quando sono andata a prendere il pullman, la cui fermata é vicino allo stadio dove si é svolto il match, c'era una profusione di roloutte di quelle che si vedono pure in Italia, che vendono panini con la porchetta etc. Quell'odore di cibo, a quell'ora, mi ha steso!!!!

     
  • At 10:03 AM, Blogger Fabrizio Cariani said…

    mi e' cosi' dispiaciuto non poter venire che ho tenuto la TV accesa... 'sti Terremoti hanno preso il palo all'ultimo minuto!!!

     
  • At 11:29 AM, Blogger fabio r. said…

    certo che una squadra che si chiama terremoto ed è californiana! beh che dire? bel sense of humor!

     
  • At 12:32 PM, Anonymous Regina dei Tucani said…

    Io tifo per il Chivas. Ho visto qualche partita in TV quando qui erano tutti esaltati per l'arrivo di Beckham al galaxy. Ma le partite sembravano quelle degli Amatori del mio paese:(((

     
  • At 2:43 PM, Blogger Moky said…

    Ah.... i tailgate parties... per me ormai sono solo un ricordo (a meno che qualcuno porti dei veggie burgers o tofu-kebabs!)
    Ah! Quasi mi dimenticavo di dirti che sull'ultimo numero di Vegetarian Times c'e' un'ottima ricetta che utilizza il butternut squash! Ti faccio la copia e te la mando!! (Ora devo informarmi come si chiama la squadra di soccer di Tucson... se tanto mi da' tanto, abbiamo gia' i "diamondbacks" per il baseball, sara' i Tucson Scorpions"!!

     
  • At 5:26 AM, Anonymous Veru said…

    Oh, che bello il tuo blog. Ti leggo per la prima volta ma non credo sarà l'ultima:)

    ciaociao

    -veru
    www.citofonareveru.com

     
  • At 9:18 AM, Blogger Valeria said…

    ok, Aelys, sei stata nominata, quando e se hai voglia passa da me.

     
  • At 11:21 AM, Blogger Alessia said…

    Le grigliate nel parcheggio, vero...ma vogliamo parlare di cosa sono capaci di tirare fuori dal portabagagli quando vanno in campeggio per una notte?!:)
    Sono super organizzati in queste cose, poi, però, se esci con loro per un caffè, scopri che non hanno mai un fazzoletto con cui asciugarsi il naso in borsa, ecco a cosa servono gli amici europei :))

     
  • At 8:12 AM, Blogger Carlo said…

    Ciao, sono Carlo, volevo solo dirti che ho inserito un post e un link al tuo blog su http://italianiallestero.spazioblog.it/ e mi piacerebbe che anche tu inserissi un link al mio.
    Ciao e grazie.

     
  • At 11:06 AM, Blogger Aelys said…

    Carlo, ma che bel blog! Ti aggiungo subito ai miei link, chissà che anche altri dei miei lettori ci si ritrovino presto...

     

Posta un commento

<< Home