Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

14 gennaio 2008

Noi non abbiamo paura


In questo weekend impegnato, tra una cena in piene forze e un saluto a un amico che torna in Korea, abbiamo trovato anche il tempo di guardare il DVD di "Io non ho paura" di Salvatores. Avendo come compagni di visione un marito per metà di colore e un amico completamente di colore, è immediatamente iniziata la corsa per immaginare un possibile remake hollywoodiano in chiave politicamente scorretta. La vicenda non potrebbe che svolgersi in qualche stato del sud (Alabama o Lousiana sono i nostri candidati preferiti), con un bambino di colore nel ruolo di Michele e uno bianco, possibilmente di buona famiglia e con accento del New England, a prendere il posto di Filippo. La trama resterebbe più o meno la stessa, tranne che nel finale dal classico taglio buonista americano: l'ultima scena vedrebbe i due ex bambini, ormai adulti, lavorare insieme a qualcosa di significativo, tipo un'associazione che sostiene le vittime di rapimenti. Dopo aver concluso il nostro delirio immaginativo ci siamo resi conto con orrore che la cosa funzionerebbe, se solo la presentassimo a un qualunque produttore. D'altronde è già successo con "L'ultimo bacio": finale ad alto contenuto zuccherino e risultati disastrosi. Visto che pensiamo a tutto, ma proprio a tutto, abbiamo già anche il titolo pronto: in onore della parlata del Michele americano, sarebbe "I Ain't Scurred".

Etichette:

3 Comments:

  • At 3:17 AM, Blogger Baol said…

    Il libro è bello, il film non l'ho visto :)

     
  • At 4:31 AM, Blogger Ilaria said…

    Ciaoooo..ho seguito il tuo consiglio e mi sono registrata su cookaround!!! La sessione bimby e` favolosa...
    Grazie ancora!
    Buona giornata,

    Ilaria

     
  • At 9:53 AM, Blogger Baol said…

    cookaround? fantastico sito! :)

    Se solo sapessi cucinare :(

     

Posta un commento

<< Home