Games and the City

Vita a Los Angeles, videogiochi e tante altre cose che non c'entrano niente

23 giugno 2008

Un'idea che mi gira per la mente


Carissimi (e)lettori lontani e vicini, ho notato che da un pò di tempo il cibo la fa da padrone su questo blog. Non so se esserne contenta o no, perchè da una parte cucinare è una delle mie passioni, ma dall'altra ho creato questo blog per parlare di tutt'altro (inizialmente di videogiochi, poi la parte "ammericana" ha avuto il sopravvento su tutto il resto). Quello che mi (e vi) chiedo ora è questo: e se iniziassi un secondo blog parallelo a questo e dedicato alla cucina? Ci ho pensato un pò e mi sono venute alcune idee. Per esempio, dovrebbe essere in inglese e spiegare agli americani la cucina italiana in stile casalingo, quella cioè che le mamme ci propinano e che è quasi impossibile trovare al ristorante (soprattutto all'estero), con focus soprattutto sulle ricette del Sud Italia. Perciò le attrazioni centrali sarebbero piatti come pasta e fagioli, frittata di cipolle e la mitica pasta e patate. Sarebbe anche un bel modo per me per restare legata alla tradizione culinaria della mia zona d'origine, che rischio di dimenticare tra tutto questo sushi e questi burritos di San Francisco. Una mia amica colombiana aveva perfino suggerito il titolo "Not Pretty, but Tasty", che a me sembrava divertente, visto che effettivamente tutto ciò che cucino ha un buon sapore ma un aspetto orribile (cosa da tenere in conto quando si scrive un blog di cucina, dove le foto rappresentano un aspetto decisamente importante). La fantastica Elena di Comida de Mama però mi ha sconsigliato di usarlo, dal momento che secondo la sua esperienza gli americani capiscono poco l'ironia culinaria e verrebbero allontanati da qualsiasi connotazione negativa. A questo punto lascio la parola a voi, cari (e)lettori: qualsiasi suggerimento è ben accetto.

Etichette:

17 Comments:

  • At 1:33 AM, Blogger Anna Maria said…

    Cara Aelys (curioso nome) sono l'ultima arrivata ma mi permetto di partecipare a questo sondaggio che tu lanci da oltre oceano, beh, appoggio pienamente l'idea, far conoscere la cucina italiana, quella "semplice" , buona e genuina, quella che fa parte del nostro bagaglio culturale. Lasciamo perdere Gualtiero Marchesi e le sperimentazioni, giusto? Bene. Come hai gia' capito la qualita' delle foto è fondamentale per indurre la voglia di provare a riprodurre in proprio la ricetta che proponi. Bene, basta con i "consigli", ora attendo con ansia e ti chiedo, sei proprio sicura di voler fare un blog parallelo solo per le ricette?
    Un saluto da una Milano (non da bere) afosissima.
    Anna Maria

     
  • At 1:40 AM, Blogger Vita di mamma said…

    Buongiorno! A me l'idea piace ed avanzerei senza indugi.Peró per il titolo sceglierei qualcosa di diverso, la penso come Comida de mama sul fatto che potrebbero non cogliere l'ironia.
    Per quello che riguarda le ricette non puoi dimenticare la parmigiana di melenzane, quella di zucchine, le mitiche pizzelle di curilli (gnam, gnam) , gli gnocchi e la frittata di maccheroni :)

     
  • At 3:30 AM, Blogger Fra said…

    L'idea del blog di cucina in inglese per diffondere un po' di genuine ricette del sud è ottima, anche se la commistione delle due cose su questo già esistente non mi sembra sbagliata (magari potresti tradurre le ricette anche in inglese). Per il titolo, io lo trovo adorabile però forse comida ha ragione...suggerimento
    A pinch of me
    Un bacione
    Fra

     
  • At 4:12 AM, Blogger Jillian said…

    Ciao Eli, sul titolo ci penso ma ti giro il link di una ragazza molto brava (credo viva in GB) che ha messo su questo blog di cucina moooolto utile e carino!! Bacini!! http://fiordizucca.blogspot.com/

     
  • At 4:13 AM, Blogger Ilaria said…

    Bella idea Elisa!!!! Mi piacerebbe tanto vedere le ricettine che escono dalla tua cucina e avendo il bimby saresti uno stimolo un piu` per me!!! Nella mia cucina c'e`stata una rivincita della cast iron, lasciando il povero robot un po`in disparte. Mammazan ha due blog pure lei..alla fine si finisce sempre di usarne uno solo! Aspetto con molta curiosita` il nuovo blogfood..dimenticavo io non partecipo al forum di cookaround, da quando me l'avevi segnalato tu la prima volta (compresa la sezione bimby)passo sempre a leggere.
    A presto,
    Ilaria

     
  • At 9:05 AM, Anonymous Eduw2k said…

    carina come idea. Daltronde come si puo vivere senza aver mai assaggiato cose tipiche del sud italia quali: Calzoni fritti con ricotta, salame e mozzarella... le pizzette fritte con il pomodoro, il CASATIELLO ... pasta e fagioli con le cotiche e/o cozze ^_^
    Appoggio l'Idea!

     
  • At 1:07 AM, Blogger JJ said…

    Se accetti anche qualche contaminazione mi offro con qualche contributo...

    Enjoy,
    JJ

     
  • At 6:34 AM, Blogger Baol said…

    Bellissima idea e visto che da ottobre dovrò cucinarmi da solo...metti pure la traduzione che mi sa che mi sarà comodo :)

     
  • At 7:31 AM, Anonymous Anonimo said…

    Anch'io appoggio l'idea, all'inizio non vedevo la necessita' di avere 2 blog, pero' in effetti gli americani hanno bisogno di capire cos'e' veramente la cucina italiana (in 5 anni a Bostonavro' trovato si e no 2-3 ristoranti veramente italiani).
    A me il nome not pretty but tasty piace un po' come i biscotti brutti ma buoni!
    sicuramente ti seguiro' anche in questa nuova avventura.
    ciao
    Silvia

     
  • At 8:40 AM, Blogger Sara said…

    "italian food for american life" che ne pensi? le foto vengono male? e chi se ne frega, non limitare i tuoi desideri, chi avrà piacere e curiosità di vedere le tue ricette lo farà anche se le foto non sono il massimo; e poi non fai mica un patto con il diavolo! se la cosa non dovesse andare come speri con un clik resetti tutto e amici come prima, no?!

     
  • At 8:58 AM, Blogger astrofiammante said…

    perchè no.....ricettine italiane.....
    per americani golosi...buttati e.....
    impasta... sforna e facci vedereeeee
    ....ops e per quelli che non sanno l'inglese come me...??? tradurre....
    non vorrai mica farci sbavare sulle ricette senza capire come rifarle
    verooooo!! ciaooo!

     
  • At 12:22 AM, Blogger babi said…

    ciao Aelys,
    e piacere di conoscerti, sono arrivata qui saltando da un blog all'altro. molto carino il tuo spazio! l'idea di creare un blog culinario per far conoscere la cucina italiana "delle mamme" oltreoceano mi piace tantissimo, davvero una gran bella idea! non ti so dire sulla scarsa ironia culinaria americana ma... io mi fiderei e cambierei nome, non si sa mai! ma davvero sarebbe tutto in inglese il nuovo blog? e se invece scrivessi i post prima in inglese e poi in italiano?
    ciao e buona giornata!

     
  • At 2:22 AM, Blogger Elisa said…

    noi ti s'appoggia cara, in tutto.
    l'ironia americana non è uguale alla nostra, come se fai il modesto e alla domanda "sei bravo nel tuo lavoro?" rispondi "me la cavo, o abbastanza" ti guarderanno come uno sfigato, lo stesso vale per quel titolo, che in italiano è perfetto ma in ammerigano...mmm...
    qualcosa tipo italian taste o flavour o usare la parola "nonna" in italiano, la capiranno?

     
  • At 9:33 AM, Blogger Gareth Jax said…

    Sulla necessità di un blog autonomo, spezzo diverse lance :)
    Per i motori di ricerca e' importante avere contenuti "uniformi" per mandare piu' persone possibili :) Un blog "generalista" che parla di tutto, non conquista alcuna notorietà salvo non sia scritto da una personalità di spicco.

     
  • At 11:01 AM, Blogger fabio r. said…

    bella idea! ma non mettere la traduzione delle ricette per baol, così sarà costretto a migliorare l'inglese per mangiare!!

    :-DDD

     
  • At 3:05 AM, Blogger Fabrizio Cariani said…

    ...a farlo proprio megalomane il blog, potresti aggiungere dei video per la preparazione delle ricette piu' importanti...

    in realta' aggiungere dei video e' un buon modo per aggirare il "problema-foto". Secondo me e' piu' facile catturare l'aspetto del piatto in questo modo. Certo ci vuole un mucchio di energia in piu'.

     
  • At 6:51 PM, Blogger Moky said…

    AELYYYYYYS!!!!!! Quando metti ricette vegan, le mandiamo anche in giro nel mondo vegan, sia italiano che americano!!! Comunque ricordati: Sterling comes first!!

     

Posta un commento

<< Home